Il Parlamentarium

Nella giornata del 29/06 abbiamo visitato il Parlamentarium. Attraverso un gioco di ruolo siamo diventati europarlamentari per un giorno riuscendo a comprendere meglio il processo di co-decisione. Siamo stati divisi in 4 partiti di diverso orientamento politico; quello della tradizione, quello della solidarietà, quello dell’ecologia e quello della libertà. Ognuno di noi aveva un cellulare che, oltre ad indicare il paese rappresentato, ci aiutava ad orientarci nelle varie sale spiegandoci le attività da intraprendere.
Le proposte legislative da discutere erano due:
1. La solidarietà dell’acqua nell’UE
2. L’identificazione personale attraverso l’uso di microchip
Innanzitutto ci è stato mostrato il manifesto politico del partito di appartenenza dal quale abbiamo individuato le priorità al fine di proporre emendamenti su entrambe le proposte. In seguito, abbiamo incontrato virtualmente vari personaggi che rappresentavano gli interessi di diverse parti della società. Dopo aver formulato eventuali emendamenti, ogni partito doveva confrontarsi con gli altri al fine di raggiungere un compromesso da presentare durante la plenaria. Infine la versione approvata dal Parlamento veniva presentata ai membri del Consiglio, i quali proponevano a loro volta i propri emendamenti. Per spiegarci quanto il processo di co-decisione possa essere complicato, il Consiglio rifiutava la versione del Parlamento cosicché era necessario procedere ad una seconda lettura. Alla fine siamo riusciti a giungere ad un compromesso in entrambi i casi, approvando entrambe direttive.

Dopo la consegna degli attestati, abbiamo proseguito il nostro percorso visitando il museo del Parlamentarium, in cui è possibile ripercorrere la storia europea fino ad oggi capendo come si é formata l’Unione Europea e come funziona. All’inizio del percorso vengono presentate le tre sedi del Parlamento europeo: Strasburgo, Bruxelles e Lussemburgo; per poi continuare con una serie di fotografie che ripercorrono le tappe storiche fondamentali dei vari paesi europei in seguito alla seconda guerra mondiale.
Dopo il percorso storico, si accede ad una stanza in cui attraverso una mappa interattiva i visitatori sono in grado di compiere un tour virtuale nei paesi europei, scoprendo l’immensa diversità del continente europeo. Alla fine del museo si trova uno spazio dove i visitatori possono divertirsi scattandosi fotografie per ricordarsi dell’esperienza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...